Behind Closed Doors

Il film è uno dei più famosi hentai ed è facile trovarlo in versione sottotitolata in inglese, senza censura. E' diviso in tre episodi di 30 minuti ciascuno ma va detto che potrebbe non piacere a tutti. La qualità dei disegni e delle animazioni è eccezionale (come in tutte le produzioni dello studio Milky) ma i temi affrontati sono piuttosto pesanti: nel film domina il genere sado - maso e vengono affrontati quasi tutti i tipi di feticismo possibile per cui siete avvertiti, se preferite qualcosa di più classico è meglio che rivolgiate la vostra attenzione verso altri titoli.

  • Genere: Hentai
  • Titolo: Behind Closed Doors
  • Titolo originale: ウェーバー (Waver)
  • Nazione: Giappone
  • Anno: 2001
  • Durata: 3 episodi da 30 minuti ciascuno
  • Altri interpreti:

    Kenichi Sakaki: il protagonista del film
    Yoshino Ogawa: la moglie
    Yukio Sugihara: cameriera
    Yasue Kurashiki: la signora del castello
    Anna Kurashiki: figlia dei proprietari
    Tamao Shinjo

  • Film correlati: Behind Closed Doors 2, Behind Closed Doors 3

Attenzione! Il seguente sommario contiene spoiler.

Episodio 1: il risveglio di S

Kenichi e Yoshino sono una coppia felice, vivono in un piccolo appartamento con una soddisfacente vita sessuale. Il film comincia proprio con i due che si fanno una scopata, niente di particolarmente insolito, Kenichi sta sopra e si tromba la compagna nella classica posizione del missionario, Yoshino se la gode e gli chiede soltanto di non venirle dentro.

Dopo il sesso Yoshino si ricorda di un pacchetto arrivato il giorno prima, aprendolo scoprono di aver vinto un premio della ditta Canabi. Il contenuto del pacchetto è piuttosto insolito, c'è un CD e un apparecchio GPS che li guiderà verso la meta, i due infatti hanno vinto un periodo di soggiorno gratuito in una lussuosa villa.

Saliti in macchina si fanno guidare dal dispositivo che li porta in una zona insolita, in mezzo ai boschi, tanto che i due credono di essersi persi. Raggiungono così la meta che sembra più un castello che una villa, dove vengono accolti da una gentile cameriera che li guida alla loro stanza dove i due si fanno una bella scopata. Il giorno è favorevole e Yoshino può concedere al suo partner un piccolo extra facendolo venire dentro, al secondo giro Kenichi si prende qualche libertà in più e penetra analmente la partner quindi i due passano una notte tranquilla.

Al risveglio la cameriera li accompagna a fare colazione, ad accoglierli nella sala c'è Yasue Kurashiki la signora che presenta la cameriera, Yukio Sugihara e spiega che i due possono fermarsi tutto il tempo che vogliono prima di ritirare il premio. Kenichi riflettendo tra sè percepisce una strana atmosfera nell'aria.
Terminata l'abbondante colazione la coppia incontra Anna Kurashiki, adolescente figlia dei proprietari che si dimostra piuttosto importante facendo imbarazzanti ed estremamente esplicite domande sulla vita sessuale della coppia.
Lasciata alle spalle la strana ragazzina i due si dedicano all'esplorazione del castello dove trovano le classiche cose che ci si aspetta di trovare in una vecchia casa: orologi a pendola, polvere e... una pistola carica chiusa in baule. Senza farsi vedere Kenichi si mette l'arma in tasca.
Proseguendo nell'esplorazione della proprietà trovano un'enorme biblioteca interamente dedicata al sado - maso. In un'altra stanza incontrano nuovamente la piccola Anna che vuole mostrare a Kenichi qualcosa di interessante; Yoshino non sopporta la ragazzina e se ne va. La ragazzina si solleva la gonna e fa vedere all'uomo le sue mutande ma poi spiega che la cosa veramente interessante si trova in altrove e lo conduce in un'altra stanza.

In una stanza buia c'è Yukio, la cameriera, mezza nuda. Anna gli mostra la particolare caratteristica delle tette di Yukio: anche se non ha mai avuto figli, succhiandole e stimolandole adeguatamente sprizzano latte che la ragazzina apprezza moltissimo. Sconvolto dall'insolito spettacolo Kenichi esce dalla stanza e si mette a cercare Yoshino.

Tamao Shinjo
Il castello è piuttosto grande, entra in una stanza in cui una bella donna si sta esercitando nella danza e fa così conoscenza di Tamao Shinjo. La donna ha il corpo tutto sudato, si è fatta due ore di esercizi ed è stanca ma il tempismo non le manca: invita Kenichi nella sua stanza "a prendere un tè" ma poi lo porta nella stanza da bagno e si fa scopare sotto la doccia.

Il ragazzo si rimette in cammino nei corridoi alla ricerca di Yoshino, il castello ha le dimensioni di Hogwarts, la scuola di magia di Harry Potter e Kenichi comincia a sentirsi piuttosto confuso.

In una stanza un telefono squilla, Kenichi risponde e all'altro capo c'è Yasue che gli chiede, con un tono misterioso, se è riuscito a trovare quello che sta cercando. Mentre parla al telefono Kenichi dalla finestra della stanza vede in giardino la bella signora del castello che tiene al guinzaglio una ragazza legata e bendata che ha proprio l'aspetto della sua Yoshino, a quel punto estrae dalla tasca la pistola trovata in precedenza e si precipita, arma in pugno, in soccorso della sua ragazza.

Si rimette a correre (abbiamo già detto che il castello è molto grande?) entra in una stanza prigione dove trova una cameriera seminuda e incatenata che lo supplica di punirla...

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.