Behind Closed Doors 3

Il film è uno dei più famosi hentai ed è facile trovarlo in versione sottotitolata in inglese, senza censura. E' diviso in tre episodi di 30 minuti ciascuno ma va detto che potrebbe non piacere a tutti. La qualità dei disegni e delle animazioni è eccezionale (come in tutte le produzioni dello studio Milky) ma i temi affrontati sono piuttosto pesanti: se già nel precedente episodio si era entrati in pieno in territorio sadomaso, con il terzo e ultimo della serie si esplorano ancora altri generi di violenza, dolore, umiliazione e feticismo.

  • Genere: Hentai
  • Titolo: Behind Closed Doors Ep. 3
  • Titolo originale: ウェーバー (Waver)
  • Nazione: Giappone
  • Anno: 2001
  • Durata: 3 episodi da 30 minuti ciascuno
  • Altri interpreti:

    Kenichi Sakaki: il protagonista del film
    Yoshino Ogawa: la moglie
    Yukio Sugihara: cameriera
    Yasue Kurashiki: la signora del castello
    Anna Kurashiki: figlia dei proprietari
    Tamao Shinjo
    Michiru Tokutake: l'infermiera del castello
    Terumi: ragazza convalescente con braccia e piedi ingessati
    Ganji Kurashiki, padre di Yukio, nonno di Anna e vero signore del castello

Attenzione! Il seguente sommario contiene spoiler.

Episodio 3: i grovigli del SM

Imbavagliate e legate come bestie da soma due figure procedono a carponi nei corridoi del castello, sono Tamao e una cameriera che tirano con una catena una sedia a rotelle. Sulla sedia c'è Kenichi che tiene in braccio Terumi, la ragazza è nuda mentre lui è completamente vestito, ha solo la patta dei pantaloni aperta e sta penetrando la giovane convalescente, divertendosi un sacco e ghignando rumorosamente.

In qualche angolo del castello Anna assiste alla scena su un monitor di sorveglianza e si eccita da matti, masturbandosi. Con un microfono dà le opportune indicazioni a Kenichi invitandolo a raggiungerlo in una stanza dove ha preparato qualcosa di ancora più divertente.

Incappucciata

Grazie alle istruzioni della ragazzina Kenichi per una volta non si perde nei corridoi e trova la stanza giusta, al suo interno trova Anna che, smessi finalmente gli abiti da ragazzina, indossa una tutina in lattice nero, da perfetta dominatrice; con lei ci sono due cameriere.
In un angolo della stanza c'è una ragazza legata e immobilizzata. Ha testa completamente coperta da un cappuccio che le offre solo un orifizio per la bocca. Anna e le cameriere la frustano ripetutamente, e le feriscono la figa con uno spillone. Inseriscono un vibratore nella vagina dell'inerte ragazza e poi, una delle cameriere, indossa uno strap-on e con questo la penetra analmente.
Kenichi è eccitatissimo e approfitta del buco in corrispondenza della bocca per farsi fare un pompino; solo dopo che le è venuto in bocca le cameriere tolgono il cappuccio alla vittima scoprendo il volto di Yoshino, la ragazza di Kenichi!

Quando la Yoshino apre gli occhi posa uno sguardo languido su Kenichi e lo chiama "padrone". Dal fondo della sala si sente la voce di Yasue Kurashiki, la signora del castello, che spiega al ragazzo il vero scopo della loro permanenza nel castello: si tratta di un addestramento in cui i due hanno potuto scoprire la loro vera natura, sadico lui, masochista lei.

Kenichi penetra con un piede la vagina di Yoshino che apprezza moltissimo, Anna le pratica un fisting anale ma poi cede il posto al cazzo di Kenichi che si scopa analmente la fidanzata. Il ragazzo è esaltato dal potere che crede di aver conquistato e quindi prende Anna per le braccia intenzionato a dare alla ragazzina la ripassata che si merita; la minaccia con la pistola ma ha fatto i conte senza l'oste.Da una su una sedia a rotelle entra nella stanza Ganji Kurashi, rispettivamente padre di Yasue e nonno di Anna, il vero signore del castello. Spiega di aver osservato con attenzione il ragazzo e di essere molto sorpreso dai suoi progressi, offre a Kenichi di essere il suo successore come signore del castello, stupefatte Yasue e Anna devono sottostare alla volontà del nuovo padrone.
Kenici colpisce Anna sul culo con una mazza da baseball, la costringe a pisciarsi addosso e poi la lega a uno degli oggetti di tortura che ci sono nella stanza e con questo procede a tormentarle la passera. Yasue cerca di intervenire in aiuto della figlia ma tutto quello che ottiene è di subire lo stesso trattamento: Kenichi è a tutti gli effetti il nuovo padrone e si vendica anche di lei. Lega insieme le due, una di fronte all'altra e si scopa Yasue mentre Anna è costretta ad osservare da pochi centimetri di distanza. Nonostante le suppliche della ragazzina si scopa anche Anna, togliendole la verginità.
Dopo che Kenichi le viene dentro - mettendola probabilmente incinta - Anna riconosce finalmente che è lui il padrone che aspettava da tanto tempo.

Una macchina si avvicina al castello, questa volta a vincere il premio sono due ragazze. Ovviamente inconsapevoli vengono fatte entrare dalle cameriere che le portano dal padrone del castello: Kenichi.

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.