La dottoressa del distretto militare

La commedia sexy aveva grande successo tra i militari di leva, non sorprende quindi la serie di film ambientati in caserma o al distretto.

  • Genere: Commedia sexy
  • Titolo: La dottoressa del distretto militare
  • Titolo originale: La dottoressa del distretto militare
  • Nazione: Italia
  • Anno: 1976
  • Durata: 93 minuti
  • Regia: Nando Cicero
  • Altri interpreti:

    Edwige Fenech: Dr.ssa Elena Dogliozzi
    Alfredo Pea: Gianni Montano
    Alvaro Vitali: Alvaro Pappalardo
    Carlo Delle Piane: Capitano medico
    Gianfranco D'Angelo: Prof. Federico Frustalupi
    Mario Carotenuto: Colonnello Farina
    Guerrino Crivello: Armando Mazzucca, il soldato senza organi genitali
    Angelo Pellegrino: Oreste Marmittoni, il travestito
    Dante Cleri: Paziente in giardino
    Nino Terzo: L'infermiere Pezzullo
    Alfonso Tomas: Nicola, il parrucchiere
    Renzo Ozzano: Soldato guardone
    Lucio Montanaro: Soldato barese
    Maria de Sisti: Farfallina
    Jimmy il Fenomeno: Suora che lava il pavimento
    Grazia Di Marzà: Suora

Attenzione! Il seguente sommario contiene spoiler.

Uno dei primi film della commedia sexy ambientato in caserma, per la precisione al distretto militare dove vengono svolte le visite per giudicare l'idoneità al servizio di leva. Va ricordato che in quel periodo il servizio militare era obbligatorio e molti provavano ad evitare il servizio di leva, nel film i tentativi dei "diversamente patrioti" viene parodiata e sbeffeggiata.

La dottoressa Elena Dogliozzi viene chiamata a sostituire un collega uomo. Bella quanto inflessibile la donna fa di tutto per individuare i simulatori che fingono le malattie più improbabili pur di essere congedati. Suo bersaglio preferito Gianni Montano, un giovane scansafatiche ossessionato per il sesso che non ne vuole sapere di farsi dichiarare abile.

All'ospedale militare ci sono tutti i personaggi più bizzarri, suore medici e infermieri sono macchiette, i "malati", immaginari e genuini sono personaggi usciti da una raccolta di barzellette, a partire dall'immancabile Pierino, qui nelle vesti di Alvaro Pappalardo. C'è chi vuole fare il militare e raffermarsi ma non può (ha un piccolo difetto, è privo degli organi genitali), ci sono i veri malati ma la maggior parte dei ricoverati sono simulatori che vogliono farsi riformare.

Gianni si invaghisce della dottoressa e continua a fare sogni erotici che vedono la bella Edwige protagonista. Il medico inizialmente non ricambia le attenzioni, anzi, continua a fare il possibile per mandarlo a fare il soldato. Nel corso della permanenza in ospedale Gianni cambia obiettivo: più che saltare il servizio militare gli interessa conquistare la bella dottoressa.

In sogno a ruoli invertiti

I due si incontrano in sala operatoria, lui le confessa il suo amore e cerca di baciarla, insiste, prova e riprova e la dottoressa finisce per cedere. Gianni è convinto di aver risolto il suo problema ma si sbaglia di grosso e si ritrova a passare un anno in divisa. Più fortunato il suo "collega" Pappalardo che invece della naja si sposa anche se il suo è un matrimonio che anticipa i tempi di parecchi decenni.

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.