Taboo 4

Nel quarto episodio della saga Taboo rivediamo alcuni dei protagonisti conosciuti nei precedenti tre capitoli, Kay Parker appare soltanto in alcuni flashback ma la storia continua e finalmente i nostri eroi decidono di fare l'unica cosa sensata: andare in terapia da uno psicologo! Purtroppo il quarto film non è all'altezza dei precedenti, il declino della saga che era già iniziato con il film precedente subisce una improvvisa accelerazione che proseguirà anche nei successivi, gli unici elementi positivi sono rappresentati dell'inserimento nel cast di alcune grandi star, alcuni dei protagonisti dell'età dell'oro del porno.
Siccome una madre che si scopa il figlio l'abbiamo già vista, per introdurre qualche elemento di novità con il quarto episodio si aggiunge qualche nuovo tipo di incesto.

  • Genere: Pornografici
  • Titolo: Taboo 4
  • Titolo originale: Taboo 4 - The Younger Generation
  • Nazione: Stati Uniti
  • Anno: 1985
  • Durata: 106 minuti
  • Regia: Kirdy Stevens
  • Altri interpreti:

    Honey Wilder: la signora Joyce McBride
    Kevin James: Junior, figlio della signora McBride
    Cyndee Summers: moglie del dottor Lodge
    Ginger Lynn: Robin, figlia minore del dottor Lodge
    Jamie Gillis: il dottor Jeremy Lodge
    Karen Summer: Naomi, prima figlia del dottor Lodge
    John Leslie: BIlly, fratello del dottor Lodge
    Amy Rogers, Greg Ruffner,Robin Cannes

  • Film correlati: Taboo, Taboo 2, Taboo 3

Attenzione! Il seguente sommario contiene spoiler.

Il dottor Jeremy Lodge (Jamie Gillis) è uno psicologo terapeuta specializzato nel trattare i casi di incesto. L'argomento è molto popolare e il dottor Lodge viene intervistato in una lunga trasmissione radiofonica durante la quale, oltre a spiegare il suo lavoro, racconta di aver educato in modo molto rigoroso le sue due figlie, Robin (Ginger Lynn) e Naomi (Karen Summer).
A dimostrazione della rigorosa educazione ricevuta le due frequentano il college e condividono la stessa stanza del dormitorio, nonostante il regolamento lo proibisca Naomi invita il suo ragazzo a entrare nella stanza e inizia a succhiarglielo mentre la sorella minore fa finta di dormire; a questo punto per evitare di essere ricattata dalla sorellina chiede al suo boyfriend di scoparsi anche Robin e di iniziarla alla gioie del sesso e così la scopata clandestina si trasforma in un una cosa di sesso a tre con le due sorelle che se la slinguazzano reciprocamente con grande soddisfazione e ben pochi sensi di colpa.
Dopo l'intensa sessione di sesso i tre si addormentano nella stanza e l'implacabile sorvegliante del dormitorio becca un ragazzo di troppo nel letto di Naomi che viene espulsa.

Il dottor Lodge nel suo studio intrattiene una sessione di terapia di gruppo con persone che hanno problemini di incesto, tra queste c'è la signora Joyce McBride (Honey Wilder) che abbiamo conosciuto nei precedenti episodi e che, tra le altre cose, continua a scoparsi il figlio Junior (Kevin James). Barbara Scott (Kay Parker) che avrebbe bisogno di un aiuto psicologico più di chiunque altro non è presente al gruppo, nel film la Parker appare soltanto in scene di repertorio nel corso di alcuni flash-back. Nel gruppo in terapia c'è una serie di personaggini mica male: un padre che ha sedotto la figlia, sorella e fratello amanti, un ragazzo che ha sedotto o si è fatto sedurre dalla zia ma il record è di Joyce che si è fatta tutti e due i suoi figli.

Billy, il fratello del dottor Lodge, va a casa dello psicologo per parlargli, infatti ha saputo del problemino che hanno avuto le sue figlie e vuole fare un discorso al fratello a proposito della suo modo "rigoroso" di educare le ragazze, il dottore però è ancora in studio impegnato nella sessione di gruppo e Billy viene accolto dalla cognata; i due ascoltano il dettagliato racconto della signora McBride che spiega con dovizia di particolari tutto il piacere che le ha dato il sesso con i figli. Billy si arrapa e pensa bene di farsi una scopatina con la cognata. La narcolessia deve essere un altro dei problemi che hanno in famiglia, i due si addormentano a letto e vengono beccati dal dottor Lodge (lo studio dello psicologo è nella stessa casa, a una sola porta di distanza). La reazione dello psicologo è come minimo opinabile: non si incazza minimamente col fratello ma senza esitazioni butta fuori di casa la moglie.

Il marito cornuto

Le due sorelle, espulse dal college, tornano a casa e trovano la famiglia spaccata; Robin resta col padre mentre Naomi preferisce andare a vivere con la madre perchè... in fondo in fondo le è sempre piaciuto lo zio Billy e ora che si è messo con la mamma...

Finita la terapia Joyce trova il figlio Junior ad aspettarla in macchina, i due non hanno nessuna intenzione di smettere di scopare, probabilmente la signora McBride partecipa agli incontri di gruppo solo perchè si eccita a raccontare i dettagli delle sue esperienze sessuali col figlio.

La vita torna alla normalità piuttosto velocemente, le due sorelle Lodge si incontrano a un corso di recitazione dato che sono le interpreti di una piece teatrale; il regista vede nelle potenzialità in Naomi e decide di offrirle delle speciali lezioni private notturne per aiutarla a calarsi nella parte, calandosi i pantaloni. C'è una pecorina piuttosto notevole tra i due e la scopata finisce con un facial.

Billy e la moglie del dottor Lodge vivono insieme ora e con loro c'è Naomi che ha una evidentissima cotta per lo zio/patrigno. Mamma è gelosa ma Billy la rassicura: Naomi per lui è come una figlia!!!
Billy e la sua nuova compagna si fanno una scopata serale (per la precisione un pompino) mentre Naomi guarda dalla finestra, Billy se ne accorge ma più che dispiaciuto sembra eccitato nel sapere di essere osservato dalla nipote.

Junior continua ad accompagnare la mamma alle terapie di gruppo del dottor Lodge incontrando spesso Robin, tra i due nasce una certa attrazione. Data la rigorosa educazione che la ragazza ha ricevuto, invita Junior in casa e cerca di farsi raccontare i dettagli della sua relazione con la madre, in cambio di questo racconto che la eccita moltissimo promette di concedergli tutte le sue grazie. Robin non vuole solo il racconto, vuole vedere Junior mentre si scopa la madre, al ragazzo l'idea non dispiace affatto e decide di metterla subito in pratica, senza nemmeno lasciare la casa del dottor Lodge, appena questa ha finito la terapia trascina la madre appartata e inizia a scoparsela, dalla porta lasciata aperta Robin si gusta tutto lo spettacolo ed è una ragazza di parola (ho già detto della rigorosa educazione ricevuta?), entra nella stanza e da il cambio alla signora McBride scopandosi Junior.

Madre, figlio e ragazza del figlio

Naomi mette le carte in tavolo con lo zio BIlly, lo vuole a tutti i costi e riesce ad ottenere quello che desidera da anni.

Cosa manca per completare il film e il fallimento del dottor Lodge, come padre e come terapeuta? Ovviamente la scena che stiamo aspettando dall'inizio del film: lo psicologo entra nella stanza della figlia mentre questa dorme e inizia ad accarezzarla e baciarla, Robin si sveglia e se la fa leccare per poi concedere al grande educatore un magnifico pompino, preliminare alla scopata finale che conclude il film.

Nota finale: come ho detto il 4 episodio è qualitativamente inferiore ai primi tre, questo non vuol dire che sia un cattivo film, è relativamente peggiore degli altri e quindi un po' deludente, soprattutto se provate a fare una maratona e vedere l'intera serie; alcune delle scene sono assolutamente notevoli e poi c'è Amber Lynn che è veramente eccezionale in questo film, nonostante la buffa permanente in classico stile anni '80.

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.