La clinica della vergogna

Selen decide di rivolgersi al magistrato per esporre il suo caso: la donna è stata vittima di un caso di mala sanità, ma non nel senso comune del termine. Nota: la colonna sonora non è niente male!

  • Genere: Pornografici
  • Titolo: La clinica della vergogna
  • Titolo originale: La clinica della vergogna
  • Nazione: Italia
  • Anno: 1994
  • Durata: 59 minuti
  • Altri interpreti:

    Selen: Manuela Rea
    Anita Blond: vittima del professore
    Anita Dark: vittima del professore
    Backey Jakic: ospite del professore
    Dalila: vittima del professore
    Deborah Wells: vittima del professore
    Don Fernando: ospite del professore
    Eric Weiss
    Jean Philippe Demon: professor Soavi, primario della clinica
    Joe Calzone
    John Walton: Federico, il maggiordomo
    Stefania Sartori
    Massimo Palazzi
    Monique Covet: la signora Ligresti (altra vittima)

Attenzione! Il seguente sommario contiene spoiler.

Manuela Rea si reca dal magistrato ad esporre il suo triste caso. Con il marito Massimo in passato gestiva un ristorante che non navigava in buone acque; alle sfortune imprenditoriali e finanziarie improvvisamente se ne aggiunse una molto più grave, infatti l'amato consorte - forse anche a causa dello stress e del super lavoro - un triste giorno l'uomo fu costretto in ospedale a causa di un grave malore.

La diagnosi era preoccupante: un grave aneurisma all'aorta e solo un grande chirurgo poteva eseguire un intervento di grande delicatezza, il professor Soavi, primario della clinica. Tutti i risparmi della coppia se ne vanno in esami ed analisi fino all'incontro con il primario e professore.

In un primo momento l'incontro si svolge in modo professionale con il chirurgo che prescrive altre analisi, ciascuna delle quali confermava la gravità dell'intervento: l'unica speranza per il signor Rea era proprio il professor Soavi che in passato era riuscito a risolvere casi del genere. Il problema è il costo dell'intervento.
In un incontro privato il primario spiega al signor Rea che sono necessari 300 milioni (sì, c'erano ancora le lire) per l'intervento. la cifra è totalmente fuori dalla portata di Massimo ma ecco che arriva la proposta indecente: in cambio di due giorni con la moglie il professor Soavi è disposto ad eseguire l'intervento.

E' in gioco la vita del marito e Manuela decide di accettare la proposta, senza informare il marito si reca nella residenza del chirurgo. Il primario chiede alla donna di indossare biancheria e abiti particolari e poi la fa sedere sulle sue gambe mentre parla con i suoi amici. Ad un ordine del primario si scatena l'orgia: le donne sembrano costrette a partecipare e cominciano a succhiare il cazzo del maggiordomo e di due altri invitati. Mentre tutti gli altri scopano anche Soavi si eccita e comincia a leccare le tette di Manuela, la bacia, le tocca la figa ma - per il momento - niente di più.

Dopo cena Manuela si ritira nella sua stanza dove trova un prezioso anello e un biglietto: il professore le ricorda il loro accordo e le chiede di concedersi a chiunque, nella casa, la desideri.

Manuela comincia a girare per le stanze della casa e in una di queste incontra una donna che si masturba di fronte a un uomo che la incita, quest'ultimo le chiede di entrare e di osservare la scena, poi la fa sedere sulle sue gambe e comincia ad accarezzarle le gambe e le tette.

Le gambe di Selen in reggicalze

Poco dopo l'uomo se lo fa succhiare dalle due donne e qui Manuela sembra cominciare a scaldarsi. All'ospite della villa piace comandare e ordina un cambiamento di posizione: mentre lui lecca la figa alla bella Manuela questa, a sua volte, deve leccare quella della sconosciuta; questo conclude la fase di "riscaldamento" e quindi comincia a scoparsi a turno le due donne fino a godere sulla faccia di entrambe.

Terminata questa sessione Manuela continua a girare per la casa fino a tornare nella sala da pranzo dove trova il professore con la signora Ligresti (altra vittima). Al chirurgo piace soprattutto comnadare e guardare e così ordina all'ennesima vittima di succhiare il cazzo a un altro fortunato ospite, quindi le impone di farsi penetrare analmente fino a far godere l'uomo.

Manuela continua a girare per la casa e trova un'altra misteriosa coppia intenta a scopare, ancora una volta osserva senza farsi notare. Dopo aver visto l'uomo penetrare in tutti modi la donna e godere sulle sue tette si decide a dirigersi verso la sua stanza, sempre cercando qualcuno con cui parlare, cercando di capire la situazione.

Mentre cammina incontra una donna, sola, e comincia a parlare con lei. Le due sembrano essere nella stessa situazione ma riescono a scambiare poche parole quando il professore con due amici entra nella stanza. Irritato dalla situazione il chirurgo ordina a Manula di tornare nella sua stanza e all'altra donna di scoparsi i due amici. Nota: le bellissima Dalila in una doppia penetrazione è la protagonista della più bella scena di sesso del film.

Dalila in fase di riscaldamento

Manuela a questo punto è in camera sua, sdraiata sul letto, prova ad addormentarsi ma il programma del chirurgo è molto diverso: entra nella stanza con cinque dei suoi amici e costringe la donna a scoparseli tutti contemporaneamente. Nota2: la doppia penetrazione di Selen in questa scena è notevole.

Il giorno dopo Manuela viene svegliata dal maggiordomo e prepara i bagagli, a quel punto è libera dalla sua promessa e può ritornare a casa ma prima prova a parlare con la donna incontrata fuggivamente la sera prima. Ci riesce e scopre che effettivamente anche lei è una vittima dei ricatti del primario che la costringe a fare sesso con chi gli pare, a comando.

Al termine della deposizione al magistrato Manuela spiega che alla fine l'intervento chirurgico del marito è andata bene e la coppia è tornata ad avere una vita normale.
C'è anche il lieto fine: nei titoli di coda viene spiegato infatti che il professore venne condannato nel processo.

Ogni riferimento a nomi, luogi o persone è puramente casuale. Ovviamente.

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.