Black Widow

Disegni e animazioni di questo film di animazione sono buoni ma non ottimi, pur appartenendo alla categoria dei "realistici" in alcuni casi i dettagli sono un po' troppo tirati via. Inoltre i personaggi potevano essere definiti meglio, è un peccato che in alcuni punti anche la trama lasci un po' a desiderare. Raggiunge comunque senza problemi la sufficienza piena e sarà apprezzato particolarmente da chi ama il genere BDSM, nel film non mancano alcuni momenti di tensione tipici di un giallo. Il film è tratto da un videogioco.

Un gruppo di amici decide di fare una gita in campeggio, sono in tutto sette, quattro ragazze e tre ragazzi. Sono vicini a un lago, in mezzo ai boschi e alla natura, l'aria è tersa, il tempo è buono... ci sono tutte le premesse per passare qualche giorno tranquillo.

  • Genere: Hentai
  • Titolo: Black Widow
  • Titolo originale: 黒姫 -桎梏の館 Kurohime: Shikkoku no Yakata
  • Nazione: Giappone
  • Anno: 2002
  • Durata: Due episodi di 30 minuti ciascuno
  • Altri interpreti:

    Naoya: ragazzo muscoloso coi capelli chiari
    Jun: ragazzo mingherlino moro con la maglietta rossa
    Akira: ragazzo con la maglietta nera
    Sayaka Yukimura: biondina con codini e calze a righe
    Seiya Wakamiya: brunetta coi capelli lunghi
    Yukari Chikami: brunetta con capelli corti
    Saki Shindoh: ragazza con lunghi capelli rossi

    Maya: donna misteriosa

Attenzione! Il seguente sommario contiene spoiler.

Dopo aver cenato ed essersi ambientati i ragazzi passano una notte tranquilla, il giorno seguente si mettono ad esplorare la zona seguendo i binari di una ferrovia abbandonata. Lungo il percorso incontrano un torrente e si mettono a cercarne la sorgente, quando cercano di tornare al campeggio scoprono di essersi persi, come se non bastasse si mette a piovere. Mezzi infradiciati trovano uno strano palazzo dall'aspetto un po' macabro, in cerca di un rifugio provano a entrare e scoprono che la porta è aperta...

Naoya e Jun si mettono ad esplorare il palazzo, trovano la cucina - che per dimensioni sembra più adatta a un ristorante che a una casa - e trovano un pentolone che bolle sul fuoco, chiaro indizio della presenza di qualcuno ma nonostante i loro richiami non trovano nessuno. Anche Akira si mette in esplorazione, trova una stanza con biliardo e calciobalilla e una sigaretta ancora accesa in un portacenere. Accanto alla sala giochi vede una stanza che ha tutta l'aria di essere una cella di detenzione.

Quando torna al salone all'ingresso Akira scopre che Sayaka e Seiya si sono messe ad esplorare il secondo piano del palazzo, preoccupato per la loro prolungata assenza decide di andare a cercarle.
Sale le scale e scopre un lungo corridoio dove trova Seiya che urla, in preda al panico. La ragazza spiega che a un certo punto le luci si sono spente e in quel momento ha perso le tracce di Sayaka e si è risvegliata nella "sua" stanza. Già perchè nel palazzo c'è una stanza identica a quella di Seiya, a casa sua. I due sentono dei gemiti provenire da un'altra stanza e lì trovano Sayaka mezza nuda, legata e imbavagliata. Uno schifoso vermone, un'enorme larva o qualcosa del genere sta cercando di entrarle nella figa ma Akira è abbastanza rapido - e coraggioso - da acchiappare l'insettone e strapparlo via. L'unica spiegazione che Sayaka riesce a dare è che una donna misteriosa l'ha immobilizzata e legata.

Richiamate dal trambusto anche le due ragazze che erano rimaste al piano terra salgono al piano superiore, i ragazzi scoprono di essere imprigionati nel palazzo: porte e finestre sono bloccate.

black widow Ep. 2Nel frattempo Naoya e Jun non se la passano meglio. Maya, una donna dall'aria misteriosa che sembra essere la padrona di casa, li ha denudati e incatenati. Ha in mano un coltello, si denuda a comincia a fare un pompino a Naoya ma non lo lascia venire. Il muscoloso ragazzo, ancora incatenato, inizia a fare lo sborone col risultato di fare incazzare la perfida Maya che lo pugnala al cuore mentre il povero Jun assiste inorridito alla scena.

Akira e le quattro ragazze trovano il cadavere di Naoya, decidono di portarlo al piano di sotto e Akira si mette a cercare Jun ma nel frattempo Saiya è sparita un'altra volta. A questo la trama accelera con Akira che corre da una stanza all'altra, sempre attratto dalle urla, mentre le ragazze una dopo l'altra spariscono, vengono legate e violentate. La prima è Chikami, legata e incatenata nella stanza di detenzione, poi tocca a a Saki che viene violentata in giardino da due uomini incappucciati.

Saki è la seconda a morire e a questo punto riappare Jun, in preda al panico, capace solo di gridare "moriremo tutti".

Akira si mette a cercare Seya e in una stanza incontra Maya che sembra dare qualche spiegazione: il suo scopo è mettere a nudo la vera natura delle persone del gruppo. Le odia.

Tocca di nuovo a Sayaka che questa volta riappare legata in una stanza piena di candele dove due uomini incappucciati le fanno la festa.

Poi c'è Jun che trova Seya addormentata e approfitta per darle una palpatina alle tette. Forse l'assurda atmosfera del palazzo gli fa effetto oppure visto che crede che sono destinati a morire ha deciso di togliersi lo sfizio, in ogni caso violenta Seya davanti agli occhi di Akira che assiste alla scena senza poter intervenire dato che Jun ha bloccato la porta della stanza. Dopo che il ragazzo è venuto Seiya gli fa inghiottire una capsula di veleno e anche Jun muore.

A questo punto le cose cominciano a chiarirsi: Seya è Maya, la ragazza soffre di personalità multiple, per questo è riuscita a organizzare un "rapimento" così complicato, per questo conosce ogni dettaglio della vita dei ragazzi, apparentemente tutto quello che vuole è farsi Akira e il ragazzo l'accontenta (sono pur sempre adolescenti, no?).

Il finale riserva qualche sorpresa: Saki è impazzita e rinchiusa in una clinica psichiatrica, Akira e Seya/Maya nascondono i cadaveri degli altri ragazzi in fondo al lago e iniziano a vivere sereni nel palazzo.

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.