Black Stockings

Black stockings è un porno americano girato nel 1990. Alla sua veneranda età è possibile definirlo un classico e infatti, pur non essendo certo un film di alto livello, dimostra caratteristiche di un cinema che non c'è più In quel periodo infatti i film avevano ancora un budget, c'era un minimo di sceneggiatura e gli attori provavano a recitare (nel senso che recitavano anche alcune battute oltre a gemere ed emettere mugolii e gridolini).
Black StockingsUna cosa che è poco azzeccata è il titolo: il film non ha molto a che fare con le calze (di nylon o di seta che siano). In alcune scene le attrici indossano calze e reggicalze e autoreggenti ma questo non è per niente insolito nei film porno. Il titolo lasciava immaginare qualcosa di molto più fetish.

La scena iniziale è anche una delle migliori: sesso a tre con due donne e un uomo e le due ragazze non hanno nessuna avversione al sesso lesbico, in altre parole a entrambe piace leccare la figa.
Questa è forse l'unica scena un po' fetish: entrambe le attrici indossano le calze e una delle due (quella con le calze nere) accarezza con i piedi i cazzi del giovane attore. Un inciso: il giovane attore di cui sopra è nientepopodimeno che Tom Byron, un protagonista assoluto del cinema pornografico americano e internazionale.

 

  • Genere: Pornografici
  • Titolo: Black Stockings
  • Titolo originale: Black Stockings
  • Nazione: Stati Uniti
  • Altri interpreti:

    Attrici: Ashlyn Gere, Bridgette Monroe, Madison, Talia James

    Attori: James Lewis, Joey Silvera, Marc Wallice, Tom Byron

Attenzione! Il seguente sommario contiene spoiler.

Come dicevamo il film ha un minimo di trama: la protagonista è una prostituta d'alto bordo bisessuale. Quando trova il corpo senza vita della sua partner ha uno shock e si abbandona ad una vita sregolata ovvero diviene una senza tetto (nel breve volgere di una sola notte si può diventare barboni, ebbene sì).

Come barbona non è molto credibile, soprattutto i sandali con tacco alto e le calze autoreggenti tolgono parecchio al realismo della storia ma, caspiterina, non è mica un film di Visconti!!

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.